Dall’acciaio alle energie rinnovabili
1906 - 1970
Nel 1906 nasce il Gruppo Falck che presto diventa un punto di riferimento nella produzione di acciaio per l’industria italiana. Falck è tra i primi gruppi in Italia a costruire impianti per la produzione di energia per via idroelettrica, per garantire il funzionamento delle acciaierie. Nel 1962 il Gruppo gestisce 15 centrali idroelettriche - prevalentemente con sbarramenti stagionali - e una centrale termoelettrica, servite da una rete a media e alta tensione di circa 900 Km. Nel 1963 il Gruppo, quotato alla Borsa di Milano, conta 16mila dipendenti. Parallelamente alla realizzazione di impianti produttivi, la Società crea un vasto programma di provvidenze sociali e assistenziali per i propri dipendenti e le loro famiglie.
Dall’acciaio alle energie rinnovabili
1970 – 2000
Con la crisi strutturale dell’industria dell’acciaio, da metà anni ‘70 fino al ‘90, il Gruppo Falck sposta il baricentro delle attività verso l’ambiente e la produzione di energia, anche da fonti rinnovabili. Il Gruppo inizia un vasto programma nel settore termoelettrico sviluppando centrali di cogenerazione a ciclo combinato per usi industriali e teleriscaldamento.
Dall’acciaio alle energie rinnovabili
2000 – 2010 
Nel 2002 nasce Actelios, azienda del Gruppo Falck, quotata in borsa e focalizzata sul mercato delle energie rinnovabili. 
Dall’acciaio alle energie rinnovabili
2010 – 2014 
Nel 2010 tutte le attività di produzione di energia rinnovabile del Gruppo Falck si consolidano all’interno di Actelios, che cambia nome in Falck  Renewables  S.p.A, diventando uno dei più importanti pure player del settore. 
Dall’acciaio alle energie rinnovabili
2014 – 2018
Nel 2014, acquisendo  Vector Cuatro, Falck Renewables  entra nel mercato dei servizi di asset management e technical  advisory  per impianti fotovoltaici ed eolici. 
Dall’acciaio alle energie rinnovabili
Dal 2018 a oggi
Sulla base delle esperienze maturate, il Gruppo ha ulteriormente diversificato l’attività - grazie all’acquisizione di Energy Team e alla creazione della ESCO Falck Next nel 2018 - con servizi di energy management ed efficienza energetica.